Rumore di Daniel Kahneman, Olivier Sibony e Cass R. Sunstein

Business Daniel Kahneman Finance Management Skills Methodology Noise Psychology

Un difetto nel giudizio umano

Noise by Daniel Kahneman, Olivier Sibony and Cass R. Sunstein

Compra libro - Noise di Daniel Kahneman, Olivier Sibony e Cass R. Sunstein

Qual ​​è l'argomento del libro Rumore?

Il rumore (2021) è un'indagine sull'impatto caotico e costoso che la casualità gioca nei processi decisionali e decisionali umani. Rivelando i processi che sono alla base del funzionamento del nostro cervello e della società, gli autori dimostrano che il rumore - imprevedibilità indesiderata nel processo decisionale - è sia inevitabile che sfuggente. Possiamo, tuttavia, ridurre la quantità di rumore nei nostri giudizi e rendere il nostro ambiente più equo utilizzando alcuni metodi sani.

Chi ha letto il libro Rumore?

  • Economisti comportamentali, psicologi, amministratori delegati e studenti sono tutti interessati all'economia comportamentale.
  • Chiunque sia interessato a come gli esseri umani prendono decisioni e come tali decisioni influenzano la società dovrebbe leggere questo libro.
  • Chiunque abbia a cuore la correttezza e l'equità di un processo.

Chi sono Daniel Kahneman, Olivier Sibony e Cass R. Sunstein e cosa fanno?

Daniel Kahneman è un economista e psicologo noto soprattutto per il suo libro Thinking, Fast and Slow, pubblicato nel 1995. Per i suoi contributi all'economia, Kahneman è stato insignito del Premio Nobel per l'economia nel 2002 e la Presidential Medal of Freedom nel 2013. Ora è professore emerito alla Princeton University, dove ha insegnato per molti anni.
Cass R. Sunstein è un ricercatore legale e autore o coautore di molti libri, tra cui Nudge, che ha coautore con Richard Thaler. È anche autore di vari articoli e capitoli di libri. Il Dr. Cass Sunstein è stato amministratore senior nell'amministrazione del presidente Barack Obama. È anche il creatore e il capo del programma dell'Università di Harvard sull'economia comportamentale e le politiche pubbliche.
È un membro dell'Università di Oxford, ex senior partner di McKinsey & Company e autore di You're About to Make a Terribile errore! Stai per commettere un terribile errore!

Cosa contiene esattamente per me? Scopri i misteri dell'affascinante regno del rumore.

 Considera il seguente scenario: tieni in mano un cronometro. Avvia l'orologio e poi fermalo dopo dieci secondi precisi, il tutto senza guardare l'ora. Se ripeti questo processo molte volte di seguito, scoprirai che raggiungere i 10 secondi in punto è quasi difficile. A volte sarai un po' basso e altre volte un po' più lungo. A volte potresti essere fuori di qualche millisecondo. Altre volte, sei fuori di una frazione di secondo, o anche di più. In ogni caso, ti ritroverai con una raccolta di errori che non hanno uno schema evidente e nessuna origine riconoscibile come risultato di questo piccolo esperimento. Questo è un esempio di rumore, o una serie di decisioni sbagliate imprevedibili. E sebbene i tuoi errori in questo piccolo esperimento con il cronometro sembrino abbastanza innocui, come scoprirai presto, differenze di giudizio come queste possono avere ramificazioni molto più gravi. Per favore accetta il mio invito nello strano regno del rumore.

Tra gli argomenti trattati in queste note ci sono che cosa ha a che fare il tempo con le tue possibilità di entrare al college, perché tu e tutti gli altri siete pessimi nel prevedere il futuro e come le nostre menti in cerca di narrativa potrebbero causare il caos con le nostre decisioni.

Il giudizio umano può essere influenzato negativamente da una serie di circostanze non correlate e impreviste.

 Considera il seguente scenario: sei un liceale e tu e il tuo amico più vicino siete entrambi dei fanatici intellettuali. Per comprendere meglio la natura casuale e strana del tipo di rumore di cui stiamo parlando, supponiamo che tu sia un liceale.Tu e il tuo amico avete entrambi ricevuto un As consecutivo a scuola, ottenuto il SAT e ottenuto colloqui di ammissione presso la stessa istituzione della Ivy League. Andate per il vostro colloquio e tutto va a gonfie vele, come vi aspettereste. Il tuo ottimo rendimento scolastico impressiona l'ufficiale di ammissione e torni al tuo veicolo attraverso il campus, il sole sul viso e un vento fresco sulla schiena, sentendoti fantastico. Il tuo amico ha un appuntamento con lo stesso addetto alle ammissioni il giorno seguente, il che è conveniente per te. Come è andata la tua intervista, anche la sua è andata bene. Tuttavia, non appena se ne andò, le nuvole di pioggia che si erano accumulate per tutto il giorno si spalancarono, scatenando un diluvio torrenziale.

Dopo alcune settimane, tu e il tuo partner ricevete lettere dall'ufficio ammissioni. Si scopre che ti hanno rifiutato, ma hanno invece accettato il tuo amico. I tuoi pensieri girano nella tua testa. Come mai? Cos'è che ha lei che tu non hai? Il primo e più importante messaggio è il seguente: il giudizio umano può essere influenzato negativamente da una varietà di circostanze impreviste e non correlate. Come ha scritto lo scienziato comportamentale Uri Simonsohn in un articolo del 2003 dal titolo provocatorio "Le nuvole fanno sembrare belli i nerd", il tempo potrebbe aver avuto un ruolo nell'esito delle elezioni. Come risultato della sua ricerca, Simonsohn ha scoperto che i funzionari di ammissione al college prestavano maggiore attenzione ai voti e ai punteggi dei test nei giorni più nuvolosi.

In alternativa, nei giorni più luminosi, i funzionari di ammissione sono più attenti alle caratteristiche non accademiche, il che significa che il giorno del colloquio, l'ufficiale potrebbe essere stato più interessato allo sport e alle capacità creative che ai punteggi As e SAT. , al contrario dei punteggi As e SAT. In alternativa, è possibile che la scelta dell'ufficiale di ammissione non abbia avuto nulla a che fare con il tempo e abbia avuto a che fare con gli intervistatori che sono venuti prima di te. Forse perché quei ragazzi erano ottime prospettive e l'ufficiale addetto alle ammissioni semplicemente non voleva continuare con una serie di sconfitte.

Ma aspetta un secondo. Anche altre variabili non rilevanti potrebbero aver avuto un ruolo nella scelta. Sebbene avesse accesso all'aria condizionata sul posto di lavoro, l'ufficiale addetto alle ammissioni avrebbe potuto essere affamato o frustrato dopo che la sua squadra di calcio locale ha subito una deludente perdita. Avrebbe potuto pensare che il sole fosse troppo caldo, nonostante ci fosse l'aria condizionata in ufficio. Diversi studi hanno dimostrato che ciascuna di queste variabili apparentemente insignificanti può influenzare i giudizi degli ufficiali di prestito bancario, arbitri di baseball, medici e giudici. È importante notare che in tutte queste situazioni, un singolo individuo è continuamente confrontato essenzialmente con le stesse circostanze mentre prende una varietà di decisioni. Questa imprevedibilità viene definita rumore occasionale dai ricercatori ed è uno dei principali tipi di rumore. Tuttavia, non è l'unico.

Rumore e bias non sono la stessa cosa, ma il bias può causare rumore.

Proviamo un altro esperimento mentale, questa volta durante un carnevale. Più specificamente, è in una sala giochi. Voi due avete appena sparato numerosi proiettili di metallo a bersagli di carta che sono stati appesi all'estremità del poligono con pistole BB in mano. Siete entrambi pessimi tiratori, ma lo fate in modi diversi. I colpi mancati sul bersaglio di carta vengono dispersi sul bersaglio. Se visto da lontano, è chiaro che non c'è uno schema. Le tue fotografie contengono molto rumore. Il bersaglio di carta del tuo amico, d'altra parte, racconta una storia diversa. I suoi colpi sono stati raggruppati, ma nessuno ha colpito il bersaglio. In basso e a sinistra, le sue foto sono le mie preferite. La sua espressione trasmette l'impressione che il vero bersaglio sia davvero laggiù. In alternativa, la canna del suo fucile avrebbe potuto essere piegata.Qual è la fonte dei suoi continui errori?

La lezione più importante qui è che il rumore e il bias non sono la stessa cosa, ma il bias può causare rumore Bias è il termine usato per descrivere quando commettiamo errori regolarmente. La parola è spesso usata per esprimere un pregiudizio contro o contro determinati gruppi di individui nella nostra vita quotidiana. Nell'area della psicologia, la parola è spesso usata per riferirsi a processi cognitivi che ci portano a prendere decisioni errate. Consideriamo il fenomeno del bias di conclusione, che ci porta a piegare i nostri giudizi nella direzione di un risultato desiderato, facendoci percepire le informazioni in modo distorto. Si pensi all'esempio del tribunale per l'immigrazione di Miami, dove si è scoperto che le possibilità di ottenere rifugio variavano dal 5 all'88 per cento a seconda di quale dei due giudici presiedeva il caso. Le decisioni di questi due giudici sono state quasi certamente influenzate da pregiudizi. Inutile dire che questo tipo di pregiudizio può avere effetti che alterano la vita.

I due giudici di Miami creerebbero ciascuno bersagli di carta con proiettili che sarebbero sparsi ovunque se le sentenze sull'asilo fossero pallini BB in una pistola BB. Tuttavia, se le sentenze sull'asilo dell'intera aula del tribunale di Miami, comprese le scelte imprevedibili di altri giudici, fossero tracciate su una mappa, l'obiettivo cartaceo del tribunale sembrerebbe un pasticcio confuso. Il rumore di sistema è un termine usato per descrivere il tipo di variabilità che si verifica quando i giudizi all'interno di un sistema sono ingiustificatamente discordanti tra loro. Ricordi l'odioso addetto alle ammissioni della Ivy League che ha fatto molto rumore a volte? È possibile che anche questo sia stato causato dal pregiudizio. Ma, indipendentemente dal fatto che stiamo cercando di capire il rumore degli eventi o il rumore del sistema, dobbiamo ispezionare il nostro obiettivo di carta a distanza. Nel caso in cui teniamo il bersaglio troppo vicino ai nostri occhi, il rumore diventa impercettibile. Spostiamo ora la nostra attenzione su un'altra area soggetta a rumore: le previsioni.

Quando facciamo previsioni, siamo spesso influenzati da ciò che al momento sembra corretto.

 Un giudice che decide sulla cauzione ha una grande responsabilità. Dovrebbe detenere un prigioniero in attesa di processo o dovrebbe lasciarlo uscire su cauzione? Se lei commette un errore e rifiuta la cauzione dell'imputato, lui perderebbe la sua libertà così come il suo impiego. La sua famiglia potrebbe essere costretta a lasciare la loro casa. Nessuna di queste sofferenze avrà aiutato a fare giustizia. In alternativa, se lei concede la cauzione per errore, lui può fuggire e, nel peggiore dei casi, commettere un altro crimine come punizione. Nel valutare i pro e gli svantaggi del rilascio dell'imputato, un giudice di cauzione si basa sulla sua esperienza precedente e sulle prove in davanti a lei per anticipare cosa farà l'imputato se liberato. Sfortunatamente, le persone – e questo include i giudici – sono notoriamente incapaci di generare previsioni accurate nei loro rispettivi campi. La lezione più importante qui è che quando facciamo previsioni, spesso siamo ingannati da ciò che ci sembra buono in quel momento.

Nel 2018, un team guidato dal ricercatore in informatica e comportamento Sendhil Mullainathan ha sviluppato un algoritmo che ha generato decisioni di cauzione in tribunale. Gli hanno fornito i risultati di circa 760.000 udienze per la cauzione nel mondo reale e hanno scoperto che l'algoritmo avrebbe ridotto sia la popolazione carceraria che i crimini commessi dai delinquenti rilasciati dal 24 al 42% se fosse stato implementato allo stesso tempo. Un altro studio ha scoperto che una formula semplice che tiene conto solo di due variabili – l'età dell'imputato e il numero di date del tribunale che ha saltato – batte i giudici umani in una varietà di situazioni. Quindi, cosa c'è negli algoritmi e nell'aritmetica del back-of-the-envelope che fa arrivare i professionisti con anni di formazione ed esperienza così indietro? La soluzione è semplice. I giudici sono persone fallibili.

È il nostro bisogno di chiusura che guida i nostri tentativi di prevedere il futuro L'obiettivo è risolvere un problema mentale, e quando arriviamo alla soluzione, riceviamo un segnale interno che dice: "Sì, questo è esso!" Una previsione piacevole è quella conforme alla nostra visione del mondo, e la forza di questo piacere emotivo spesso ci rende ciechi di fronte a un difetto fondamentale delle previsioni: la loro incapacità di prevedere il futuro. Non abbiamo modo di sapere ciò che non sappiamo e ciò che sappiamo potrebbe essere errato, impreciso o ingannevole in qualche modo. Anche le regole e gli algoritmi sono carenti di conoscenza. Anzi, è molto peggio. Sono, tuttavia, privi di segnali interni, visioni del mondo e ricompense emotive ad essi associati. In poche parole, superano gli umani perché non sono influenzati dal rumore.

Non prestiamo attenzione al rumore poiché non crea una narrazione interessante.

 Il fatto che spesso le note inizino con una narrazione potrebbe aver attirato la tua attenzione. Come punto di partenza, creiamo un tempo e un luogo, un evento che include un personaggio, qualcuno che ha uno scopo e sfide da portare a termine. Lo facciamo perché la mente umana gode di una buona narrazione e la conoscenza che è utile all'interno di una storia ha maggiori probabilità di essere conservata. Fino ad ora, abbiamo esaminato il rumore e alcune delle ramificazioni che ha per la giustizia penale e i processi di ammissione al college. Come detto in precedenza, ovunque gli individui emettano giudizi, ci sarà molto rumore. Ma, se c'è così tanto rumore intorno a noi, perché non ne abbiamo sentito parlare di più? La lezione più importante qui è che ignoriamo il rumore poiché non costituisce una narrazione interessante.

Gran parte della comprensione psicologica acquisita negli ultimi decenni si è concentrata sulla nostra forte connessione con le narrazioni. Abbiamo scoperto che la mente umana dà un senso al mondo inventando storie per spiegare ciò che vede e sperimenta.

Ad esempio, gli psicologi hanno scoperto quello che è noto come errore di attribuzione di base, che si riferisce alla nostra tendenza ad attribuire o incolpare gli individui per eventi che sono descritti più accuratamente dal caso. In altre parole, in questi giorni vediamo persone e trame dappertutto. Un processo psicologico noto come realismo ingenuo, che è l'assunto che si autoalimenta secondo cui vediamo la realtà esattamente così com'è, aiuta a rafforzare le nostre narrazioni escludendo contro-narrazioni potenzialmente problematiche quando la nostra realtà viene messa in discussione. Gli autori si riferiscono a questa come la valle del normale, dove l'insolito è reso comprensibile assegnando una ragione in retrospettiva. Quando accade qualcosa di veramente inaspettato, la mente cerca di collocarlo all'interno di quella che è conosciuta come la valle del normale.

Questo ci porta al punto principale di questa discussione: il rumore resiste alla narrativa. Il rumore non è causale e non è conforme ai nostri schemi di comprensione stabiliti. Se c'è una narrazione, è frustrante e apparentemente inutile, almeno a prima vista. Passa inosservato perché non c'è una narrazione adatta al volume. Le nostre risposte sono o l'oblio completo o l'editing consapevole, oppure lo riconosciamo come un esempio di pregiudizio. Dopotutto, il pregiudizio può essere efficace in una narrazione. Ha la capacità di causare eventi.

Il rumore, invece, può essere rilevato solo tramite l'analisi statistica dei dati. Di fronte all'imprevedibilità del rifiuto della cauzione, dell'ammissione al college, delle udienze per l'asilo e delle decisioni sull'assunzione, è facile credere che siano influenzati dal pregiudizio. Inoltre, come affermato in precedenza, il pregiudizio può essere un elemento significativo in alcuni casi. Al contrario, quando facciamo un passo indietro e osserviamo questi eventi nel loro insieme, il loro carattere casuale e caotico diventa evidente.

Facendo la media di numerose valutazioni indipendenti di una singola domanda, possiamo ridurre la quantità di rumore che sentiamo.

 Prima di procedere, esaminiamo brevemente tutto ciò che abbiamo appreso finora, che è quanto segue: ovunque ci sia giudizio umano, ci sarà rumore e quel rumore può avere implicazioni spaventose e che cambiano la vita a volte , a seconda della situazione E quindi, sorge inevitabilmente la domanda: cosa possiamo fare per affrontare la situazione? Cosa possiamo fare per ridurre il livello di rumore?

Dovremmo iniziare con l'autunno del 1906, quando Francis Galton, un erudito e lontano cugino del famoso evoluzionista Charles Darwin, fece visita a una fiera della contea a Plymouth, per avere una migliore comprensione della questione. Mentre passeggiava tra le bancarelle, si è imbattuto in una gara nell'area della pesatura dei buoi. Galton, che era noto per essere un teorico dell'intelligenza, tra le altre cose, ha ascoltato attentamente mentre oltre 800 persone hanno offerto le loro migliori stime del peso del bue, cosa che ha suscitato il suo interesse. Nessuno ha identificato correttamente la risposta come 1.198 sterline. Al termine del torneo, Galton ha chiesto agli organizzatori di dargli i biglietti in modo che potesse fare ricerche statistiche su di essi.

Quando le stime venivano visualizzate su un grafico, sembravano essere dappertutto. in quantità variate e inaspettate, qua e là e ovunque nel mezzo. La gente faceva molto rumore. Il significato delle stime degli abitanti del villaggio, tuttavia, ha rivelato qualcosa di inaspettato a Galton quando ha calcolato il significato delle stime. Era quasi impeccabile, con solo un chilo di varianza. Uno dei messaggi più importanti qui è che possiamo ridurre il rumore facendo la media di diversi giudizi indipendenti su un singolo argomento. Durante la sua ricerca, Galton ha scoperto un fenomeno noto come la saggezza dell'effetto folla. L'accumulazione di valutazioni indipendenti da parte di molti giudici e la media delle loro risposte si è dimostrato un metodo affidabile per ottenere qualcosa di vicino alla verità in centinaia di situazioni diverse.

Quando chiedi alle persone di stimare la quantità di gelatine in un barattolo, la distanza tra due città selezionate casualmente o la temperatura tra una settimana, le loro risposte saranno diverse e imprevedibili. Faranno molto rumore. Quando le risposte vengono mediate, il rumore in una risposta bilancia il rumore contraddittorio nell'altra risposta. Il rumore di fondo si cancella da solo. La saggezza della folla, d'altra parte, presenta alcune importanti limitazioni. Innanzitutto, ogni giudice deve essere completamente indipendente dagli altri. Nel caso di un gruppo, quando si pone una domanda all'intero gruppo, gli individui reagiscono allo stesso modo al gruppo come alla domanda stessa. Inoltre, la saggezza della folla è valida solo quando ogni persona sta considerando la stessa identica situazione. Chiedere a ogni individuo una nuova domanda non ti porterà da nessuna parte nella vita.

Infine, la saggezza della moltitudine non protegge dalla possibilità del pregiudizio. Ogni volta che un gruppo ha un pregiudizio, come un errore sistematico di giudizio, il significato delle risposte del gruppo semplicemente condenserà e amplificherà quel pregiudizio. Un comitato per le assunzioni che è di parte contro le donne, ad esempio, sembrerebbe molto più pronunciato quando le decisioni del comitato sui candidati per un lavoro femminile sono aggregate e mediate.

Per combattere il rumore, devi prima renderlo evidente tramite l'uso di un controllo del rumore.

Fino a questo punto, abbiamo dedicato molto tempo a discutere dei giudici e della varietà apparentemente casuale e talvolta inspiegabile delle punizioni che impongono. La natura casuale di questa ingiustizia non è sfuggita all'attenzione di Marvin E. Frankel, un giudice distrettuale degli Stati Uniti nel distretto settentrionale della California. All'inizio della sua carriera, Frankel ha riconosciuto di avere la possibilità, ad esempio, di condannare un rapinatore di banche condannato fino a 25 anni di carcere o di poter scegliere una pena di un giorno di carcere.Frankel credeva che la sua decisione finale fosse influenzata dalle sue convinzioni personali, preferenze e pregiudizi Nel 1973, Frankel pubblicò un libro in cui dimostrava le differenze nella punizione per reati che erano essenzialmente identici. Un esempio è un falso falsario di assegni che ha ricevuto 30 giorni di carcere e un altro che ha ricevuto 15 anni per quello che era fondamentalmente lo stesso atto.

Singoli aneddoti, invece, possono essere razionalizzati. Di conseguenza, Frankel ha deciso di sviluppare un ritratto che sarebbe stato più duraturo e metodico. La lezione importante qui è che per combattere il rumore, devi prima renderlo evidente tramite l'uso di un audit del rumore. Frankel ha guidato un gruppo di ricerca che ha chiesto a 208 giudici federali di condannare i criminali a 16 scenari fittizi nel 1981. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Criminal Justice. La squadra di Frankel ha presentato le situazioni a ciascun giudice separatamente, dopo di che hanno tracciato le differenze nelle punizioni raccomandate dai giudici in ciascun caso, secondo Frankel. Secondo i risultati di questa ricerca e di molte altre simili, le prove statistiche hanno dimostrato che la varietà sorprendente piuttosto che la coerenza è stata la regola nella punizione penale.

Utilizzando tecniche di auditing, Frankel ha dimostrato che è possibile determinare la quantità di rumore in qualsiasi istituto in cui un pool di specialisti si occupa di casi significativamente simili. Ecco come procedere. Prima di tutto, identifica il tuo obiettivo. Decidi quanta variazione di giudizio è accettabile nella tua situazione. Qual è una variazione accettabile nel pagamento suggerito da diversi periti legali che stanno esaminando lo stesso seminterrato allagato potrebbe essere un problema per un dirigente assicurativo. Dopodiché, riunisci i tuoi giudici o periti legali, a seconda della situazione, e fornisci loro scenari da considerare. Assicurati di fornire loro un'espressione numerica per ogni decisione, ad esempio il numero di anni che una persona trascorrerà in carcere o la somma di denaro che pagherà una compagnia di assicurazioni.

Infine, disegna un diagramma delle risposte dei giudici in relazione al tuo bersaglio. Il risultato è un'immagine diagnostica del rumore nella tua organizzazione. Ora, cosa hai intenzione di fare al riguardo?

Un'igiene rigorosa può aiutare a ridurre il rumore ed è simile all'igiene normale in quanto richiede disciplina e misure preventive.

 Visualizza te stesso su un tavolo operatorio, pronto per essere sottoposto a un intervento chirurgico. Immediatamente prima che tu ti addormenti sotto gli effetti dell'anestesia generale, il chirurgo capo si avvicina al lavandino e inizia a lavarsi le mani. Si insapona le mani con il sapone e poi le passa sotto l'acqua calda per disinfettarle. È possibile che abbia impedito a un numero sconosciuto di virus di entrare nel tuo corpo con un semplice gesto. Possiamo fare essenzialmente la stessa cosa usando il rumore. Possiamo ridurre significativamente la quantità di rumore nel nostro ambiente seguendo una serie di regole che chiameremo igiene decisionale. C'è un messaggio chiaro qui: l'igiene decisionale può aiutare a ridurre il rumore ed è importante quanto la pulizia regolare in quanto richiede disciplina e prevenzione.

Innanzitutto, sapere come fermarsi a pensare statisticamente prima di fare qualsiasi scelta significativa è il primo passo per stabilire l'igiene delle decisioni - l'equivalente del chirurgo che si lava le mani con il sapone - è essenziale. In una sezione precedente, abbiamo scoperto che i nostri cervelli in cerca di narrativa creano storie da tutto ciò che incontrano. Entriamo subito e diamo alle specificità di un caso un senso di causa e significato. Nonostante sia un'inclinazione naturale, serve come invito al caos. Invece, dovresti sforzarti di adottare ciò a cui Kahneman si riferisce come una "prospettiva esterna", in cui collochi ogni istanza nel contesto di un corpo più ampio di situazioni comparabili.

Prendi, ad esempio, la situazione in cui hai un nuovo CEO al lavoro e sei preoccupato per la sua capacità di essere efficace L'istruzione, la reputazione e la cronologia delle prestazioni del CEO possono fornire alcuni suggerimenti, ma è un miscuglio di informazioni complicate e forse ingannevoli da esaminare a questo punto. Invece di partire da zero, un metodo meno rumoroso esaminerebbe i risultati di circostanze comparabili. Ad esempio, potresti voler scoprire il tasso medio di turnover del CEO nel tuo settore o potresti voler vedere con quale frequenza i nuovi CEO determinano aumenti dei prezzi delle azioni. Quando si sviluppa un solido quadro statistico, è importante evitare di trarre conclusioni affrettate.

Apprezziamo tutti una decisione positiva, ma vuoi essere sicuro che sia giusta per le ragioni corrette. Mantieni quella sensazione viscerale che hai riguardo all'alma school del CEO o quell'intuizione che hai su quello che è successo al suo ultimo lavoro in un posto sicuro. Invece di questo, riserva la ricompensa emotiva per una decisione che sia coerente con una valutazione ben fondata di ciò che è più probabile. Inoltre, a proposito di giudizi complicati e coerenti, produrne uno è emotivamente piacevole, ma il piacere può portare a errori di giudizio. Se possibile, suddividi le situazioni difficili in questioni distinte e delegale ad arbitri indipendenti. Collegare le connessioni tra il mandato del tuo CEO e la valutazione delle azioni della tua attività, ad esempio, può essere un affascinante puzzle mentale, ma potrebbe anche essere completamente privo di significato. Una storia di avvertimento serve a ricordare un aspetto più importante dell'igiene decisionale che dovremmo considerare.

È fondamentale che i giudici sostengano la riduzione del rumore affinché sia ​​efficace.

 Il giudice Frankel ha avuto successo nell'anno 1984. Il Congresso ha approvato il Sentence Reform Act, che è stato rapidamente seguito dall'implementazione di rigorose linee guida sulla condanna basate su uno studio di 10.000 istanze del mondo reale. Secondo le nuove norme, i giudici possono solo esaminare il reato e la storia precedente dell'imputato quando prendono le loro decisioni. Il giudice darebbe un valore numerico a ciascuno e il punteggio risultante determinerebbe la gamma di potenziali punizioni da infliggere. Di conseguenza, la quantità di rumore nella sentenza è diminuita in modo significativo. Ad esempio, prima della legge, un ragazzo condannato per traffico di droga poteva aver affrontato una serie di condanne che andavano da uno a 10 anni, a seconda esclusivamente di quale giudice fosse stato assegnato al caso. In seguito, l'imprevedibilità si è ridotta a un lasso di tempo di pochi mesi.

I giudici di tutta la nazione hanno espresso la loro insoddisfazione. Avevano passato anni ad affinare il loro senso della giustizia attraverso lo studio e l'esperienza, ma improvvisamente la loro discrezione era stata sostituita da un rudimentale problema matematico. La lezione più importante da trarre da ciò è che affinché la riduzione del rumore sia efficace, i giudici devono essere d'accordo. Il Sentencing Reform Act è stato bocciato dalla Corte Suprema nel 2005 a causa di tecnicismi nella legislazione. Un'indagine del professore di diritto di Harvard Crystal Yang su 4.000 casi criminali condannati a seguito dell'abrogazione dell'atto è stata completata pochi anni dopo. La differenza tra pene severe e media nazionale è più che raddoppiata. I valori personali sono stati sviluppati come fondamento per la punizione e questa è diventata la norma. Il rumore era tornato sulla scena.

In retrospettiva, il giudice Frankel e i suoi sostenitori non sono riusciti a compiere un passo importante nella loro lotta per la riduzione del rumore. Avevano fallito nel loro tentativo di portare i giudici a un consenso sull'obiettivo finale della decisione. Lo scopo di prendere una decisione dovrebbe essere l'accuratezza piuttosto che l'espressione personale.Rispetto alla critica letteraria, agli sport competitivi, al cinema o a qualsiasi altra area in cui la varietà di punti di vista e di stile favorisce la ricchezza e lo sviluppo, l'eterogeneità tra gli specialisti che valutano situazioni essenzialmente identiche è un problema Un errore di radiologia si verifica quando due radiologi indipendentemente vedono la stessa x -ray e ottenere risultati diversi. Uno dei radiologi non era corretto. Per dirla in altro modo, prima che i giudici possano raggiungere il poligono di tiro, devono prima accordarsi sullo stesso bersaglio.

Una volta che i giudici hanno concordato che l'accuratezza è la considerazione più importante, gli auditor dovrebbero chiedere loro di partecipare allo sviluppo degli scenari di test. In caso contrario, l'audit sarà sottoposto a un esame ostile. Successivamente, i giudici esamineranno la portata e l'impatto finanziario del rumore. Kahneman, ad esempio, ha svolto un'indagine su una compagnia di assicurazioni e ha scoperto che i sottoscrittori fissavano tariffe per i clienti che erano, in media, del 55 percento superiori a quelle stabilite dalla società. Era necessario che i sottoscrittori comprendessero l'importanza di ridurre al minimo questo rumore in modo che si rendessero conto che le perdite dovute a prezzi eccessivi e sottoprezzi ammontavano a centinaia di milioni di dollari.

Durante l'attuazione dell'igiene delle decisioni, i giudici devono essere coinvolti nella formulazione di norme realistiche e specifiche del sistema che raggiungano un compromesso tra la riduzione al minimo del rumore e l'attenuazione di altre spese. Gli esempi includono l'attuazione di una legge sui "tre colpi" negli Stati Uniti, che richiedeva l'ergastolo per gli individui condannati per tre reati in risposta all'aumento dei livelli di criminalità. Il regolamento ha ridotto il rumore, ma lo ha fatto senza prendere in considerazione i precedenti penali di un imputato, la gravità del suo reato o la sua capacità di essere un buon cittadino.

Controlli, pulizia, regolamenti, abitudini e prevenzione sono tutte considerazioni importanti. La riduzione del rumore non è esattamente una linea di lavoro affascinante. Ma, a questo punto, probabilmente ti sarai reso conto che il rumore ha un prezzo elevato. Spreca denaro, promuove l'ingiustizia e porta alla miseria personale per le persone coinvolte. Erode la fiducia in istituzioni come il sistema legale, la salute, l'istruzione e il posto di lavoro. Ora che l'abbiamo scoperto, è nostra responsabilità abbatterlo.

Il rumore si conclude con una sommatoria finale.

Il tema fondamentale di queste note è che la variabilità casuale e indesiderata nel giudizio umano esiste ovunque e che paghiamo un prezzo alto per essa, che la riconosciamo o meno. Fortunatamente, possiamo ridurre il rumore se adottiamo un atteggiamento preventivo e seguiamo i principi della riduzione del rumore. Consiglio attuabile: attingi alla conoscenza collettiva che esiste dentro di te. Seguendo la nota cinque, hai scoperto che la media di diverse valutazioni indipendenti su una singola domanda può aiutare a ridurre il rumore in quei giudizi e fornirti una risposta incredibilmente accurata. Il fatto è che se ti poni la stessa domanda più e più volte, otterrai lo stesso risultato. Provaci. Nei prossimi giorni, poniti la seguente domanda: quale percentuale degli aeroporti del mondo si trova negli Stati Uniti d'America? Quando sommi tutte le tue risposte, la media sarà abbastanza tranquilla e notevolmente vicina alla realtà. Attenzione: c'è uno spoiler in questa risposta: è il 32 percento.

Compra libro - Noise di Daniel Kahneman, Olivier Sibony e Cass R. Sunstein

Scritto da BrookPad Team basato su Noise di Daniel Kahneman, Olivier Sibony e Cass R. Sunstein

.


Post più vecchio Post più recente


lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati